dante nel palazzo dei giudici   DANTEIDE Abilitazione Scientifica Nazionale 
a cura di Claudia Di Fonzo (Università di Trento)

LIBRI E ARTICOLI DI INTERESSE DANTESCO
Libri
Di Fonzo, Claudia

(monografia scientifica)  news

Dante tra diritto, teologia ed esegesi antica
PAROLE CHIAVE Filologia, Filosofia e Storia della critica
ISBN

978 88 7959 7449

Dante Alighieri EDISES, NAPOLI, 2012 (prodotto nell'ambito del Prin dell'Università di Trento diretto da Diego Quaglioni)

Quanto profonda è la distanza che ci allontana da un classico e cosa ancora c'è da sapere su Dante? Per tentare una risposta mi soccorre la scienza filologica, quella scienza che si occupa di riportare alla luce un testo secondo l'intenzione del suo autore. E a quel pubblico al quale Dante rivolgeva il suo Convivio rivolgo questo libello affinché gli sforzi di pochi diventino il pane di molti e cresca la consapevolezza circa la necessità di continuare a studiare ed amare i classici della nostra tradizione.  
La collocazione della Morale filosofia, ultima scienza che tutte le altre ordina prima della Teologia, ripropone il dittico secondo il quale l'ordine umano è speculare al divino. La chiarezza dell'intento di Dante circa il fatto di voler dedicare il quattordicesimo trattato alla Giustizia trova senso e ragione nella concezione espressa nel secondo trattato che custodisce il nucleo più significativo e innovativo del pensiero filosofico dantesco.

L'importanza della tradizione ciceroniana.
novità 2012
Di Fonzo, Claudia

(edizione critica)

Chiose sopra la Comedia di Dante Alleghieri fiorentino tracte da diversi ghiosatori Inferno.
COLLANA Memorie del tempo - 33
PAROLE CHIAVE Filologia e Linguistica
ISBN 978-88-8063-571-0 
EDITORE                     RAVENNA, LONGO, 2008
Ottimo commento a Dante a cura di Claudia Di Fonzo
L’edizione critica della prima cantica dell’ultima fase redazionale del celeberrimo «Ottimo commento» è anche una riflessione teorica sull’ecdotica dei commenti antichi alla Commedia. Si tratta di un ripensamento dell’attività dell’editore di tali commenti e della fenomenologia di produzione dei medesimi che rende necessario all’editore trattare ciascun commento, ciascun gruppo di chiose, quando non addirittura ciascun manoscritto, come un prodotto autonomo e diverso, da ricomprendere, tuttavia, entro il corpus di chiose alle quali afferisce. La diffrazione redazionale rimane una caratteristica pregnante della tradizione antica di commento alla Commedia, in senso proprio quando d’autore, in senso improprio quando prodotta da compilatori diversi, come presumibilmente è accaduto per le Chiose tracte da diversi ghiosatori qui proposte e denominate, secondo quanto suggerito da Vandelli, «ultima forma dell’Ottimo commento» che vengono, così facendo, ripensate anche sotto il profilo della attribuzione.
RECENSIONE
Consultabile nel Dartmouth Dante Project http://dante.dartmouth.edu/biblio.php?comm_id=13337

Rajna, Pio - Di Fonzo, Claudia
(edizioni di fonti)
Titolo : La materia e la forma della «Divina Commedia»
Sottotitolo : I mondi oltraterreni nelle letterature classiche e nelle medievali
Collana : Quaderni degli Studi Danteschi - 12 
Argomento : Filologia e Linguistica
ISBN : 8871663675 8871663675
CASA EDITRICE FIRENZE, LE LETTERE, 1998

Pio Rajna
Il volume costituisce una ghiotta primizia degli studi filologico-critici intorno alla “Commedia” di Dante. Si tratta del primo corso universitario di Pio Rajna (1847-1930), rimasto inedito fino ad oggi per le ragioni esposte nell'introduzione, che inaugurò con tale argomento la propria attività di docente universitario di Letterature romanze, prima cattedra nell’università italiana. Fondatore della Filologia romanza in Italia, Rajna salda in queste lezioni una serrata analisi storico-culturale della tematica del poema dantesco ad un’approfondita ricerca dei modelli culturali della letteratura visionistica, tracciandone un disegno a larghe campiture dai precedenti della classicità fino alle Visioni dei mistici medievali. Un’analisi comparata delle fonti che, nello studioso appena ventisettenne, anticipa il futuro maestro de “Le fonti dell’Orlando furioso” (1876) e de “Le origini dell’epopea francese” (1884) e quasi sembra precorrere di molti decenni la moderna narratologia come ampiamente sotenuto nell'introduzione al volume della curatrice dell'inedito. A completamento del quadro la pubblicazione di un gruppo di lettere inedite tratte dal carteggio di Rajna con D'Ancona conservato in Biblioteca Marucelliana.

Alison Morgan  review 
Dante's Studies: Theology, Law and Literature
Tenzone

CLAUDIA DI FONZO,  Dal Convivio alla Monarchia per il tramite del De officiis di Cicerone: l'imprescindibile paradigma ciceroniano

La rilevanza che ha il pensiero classico presso Dante è ancora un campo di ricerche fecondo. In questo contributo si offre una prima analisi  del De officiis di Cicerone e dell'importanza, non sufficientemente  evidenziata, dell'opera entro gli ergasteria danteschi.

TENZONE 14 (2013), pp. 71-122.


CLAUDIA DI FONZO, A propos de Dante et Cicéron: du droit et du devoir [titolo originale dell'autore], Dante et la tradition juridique romaine et médiévale [Titolo imposto dalla redazione],


n manca il dibattito relativo alla giustizia e al diritto.  La sua riflessione non sfugge ai dibattiti della filosofia politica del Medioevo, anzi li contempla tutti. Sullo sfondo la riflessione circa la necessità di un ordine giuridico e di un principe che ne sia garante. Un posto importante nella riflessione del Convivio è quello attribuito all'ordinamento e alla ragione scritta, canonica e civile, e dunque al Diritto comune. Ma la tradizione che incide ancora di più sul suo pensiero è quella ciceroniana.


CRONIQUES ITALIENNES, Numéro 23 (2/2012) Série Web.
(francais)

laboratoire

CLAUDIA DI FONZOIl matrimonio tra retorica ed etica in Dante

Se è vero che Dante nel Convivio dice di voler scrivere per divulgare la conoscenza e «inducere li uomini a scienza e a virtù», nel De vulgari, alla ricerca del volgare illustre, adatto alle canzoni dottrinali e filosofiche, si preoccupa di affermare la superiorità della lingua materna (non esistendo un volgare in assoluto migliore degli altri, si dichiara libero di scegliere il suo proprio eloquio) su quella artificiale (latino), la lingua che per analogia è più vicina a quella che Adamo parlava con Dio: la lingua nella quale anche le donnette comunicano. La concezione dantesca ha un valore politico e teologico al tempo stesso: attribuisce al poeta una funzione sociale e una funzione teologica. Fa di lui un predicatore dell’uomo, compagnevole animale e politico, e della sua humana civilitas, secondo quanto predicato dalla filosofia di Aristotele, e uno scriba Dei che disvela l’ultima perfezione di questa natura destinata alla felicità. Prevale su tutto la necessità di comunicare a tutti e di spezzare il pane orzato con chi volesse ascoltare: la scelta del volgare è un atto di «democrazia» etica e teologica.

LABORATOIRE ITALIEN, 2011, 11, pp. 281-300.

Dante tra diritto e letteratura
CLAUDIA DI FONZO, Giusti son due e non vi sono intesi
Il concetto di Giustizia presso Dante a partire dalla disputazione di un luogo puntuale della prima cantica della Commedia (s'alcun v'è giusto.... giusti son due e non vi sono intesi) alla luce dell'Etica Nicomachea.
FORUM ITALICUM, 2010 44/1 (Spring), pp. 1-32.
Rino Caputo CLAUDIA DI FONZO, La legittimazione dell'Impero e del Popolo Romano presso Dante
Dante affronta la vicenda della incarnazione di Cristo e quella dell'Impero romano come intrecciate tra loro e riconosce una provvidenza nella storia e della storia; individua nella fase augustea una pienezza dei tempi sotto il profilo della realizzazione del diritto umano e dunque un periodo in cui l'autorità è attribuita dal popolo, sulla base della lex regia a Cesare Augusto; un periodo nel quale la pienezza del diritto permette una riparazione perfetta da parte di Cristo e una restaurazione dell'uomo conforme al diritto della natura prima della caduta del peccato originale e dopo la restaurazione operata dalla morte di Cristo (San Anselmo).
DANTE, VI, 2009 VI, pp. 39-64.
Italian Studies Robert Gordon
Il secolare commento alla Commedia di Dante è tra le tradizioni di commento ai testi più complessa e prolifica. Le diverse redazioni delle chiose e la peculiarità e l'autonomia dei proemi delle medesime sono occasioni di riflessioni che investono la stessa ecdotica dei commenti e dunque il lavoro dell'editore contemporaneo come risulta nello specifico dalla analisi di alcuni proemi afferenti al corpus dell'Ottimo commento.
ITALIAN STUDIES, 2008, 63/1, pp. 5-16.
Dante tra diritto e letteratura
CLAUDIA DI FONZO, Dante tra diritto, letteratura e politica
Punto di partenza un passo della "Monarchia" in cui Dante, nell'endiadi "pro Cesare, pro populo romano" sembra alludere alla lex regia, quella legge con la quale il popolo romano aveva ceduto la sovranità all'imperatore. Egli, in quanto unico garante del diritto e della giustizia, almeno per Dante, è l'unico "gubernator" possibile, le cui norme sono buone in quanto giovano a coloro che hanno poco potere. Il trattato di Dante è un punto di osservazione privilegiato dell'incontro tra letteratura, diritto e politica.
FORUM ITALICUM, 2007 (Fall), N°1, pp. 5-22.
Rino Caputo
CLAUDIA DI FONZO, Dante e l'interpretazione iconografica di Domenico di Michelino.
Nell'articolo si  formula una nuova ipotesi di lettura per la "selva" che fa da scenario al prologo del poema dantesco. La selva che allude certamente alla condizione umana dopo il peccato originale al tempo stesso simboleggia la città, la civitas, e dunque Firenze, che è la "città di questo mondo" per antonomasia. Interessante a tal proposito l'interpretazione iconografica realizzata da Domenico di Michelino, nella quale Dante è raffigurato frontalmente, con in mano il libro della "Commedia" che egli presenta aperto, alla sua città e al mondo intero, in modo che possano leggersi chiaramente le parole del famoso incipit. Tale immagine è la prima codificazione pittorica di Dante scriba dei, poiché per la prima volta l'iconografia riferibile a soggetto sacro è applicata a un soggetto laico: Dante.
DANTE, 2006, N°3, pp. 107-114.
Michelangelo Picone
CLAUDIA DI FONZO, Per l'edizione dell'ultima redazione inedita dell'Ottimo commento a Dante Alighieri
L'ultima forma del commento si presenta in taluni casi ridotta a paragone con il restante corpus dell'Ottimo e in taluni casi portatrice di una serie di chiose originali che la caratterizzano come fosse un taccuino sul quale, ripetuto sinteticamente il già detto, si aggiungessero con cura le riflessioni ulteriori, le nuove fonti e le glosse di Accursio".
L'ALIGHIERI, Rassegna dantesca, 2002, N°19, pp. 5-23.
Studi danteschi
CLAUDIA DI FONZO, Dalla "terza" redazione inedita dell'Ottimo commento il canto di Maometto: una nuova fonte.
Saggio che porta la trascrizione della terza redazione del commento dell'Ottimo al canto XXVIII dell'«Inferno», confrontandola con le fonti relative alla leggenda di Maometto.
STUDI DANTESCHI, 2001, N°66, pp. 35-62. 
Studi danteschi CLAUDIA DI FONZO, La leggenda del "Purgatorio di S. Patrizio" fino a Dante e ai suoi  commentatori trecenteschi.
Come la leggenda del monaco Patrizio, best seller dell'Europa del Medioevo, viene recepita da alcuni codici di commentatori trecenteschi. E' illustrato il significato della rivoluzione che Dante attua sottraendo il Purgatorio alla topografia infernale per farne una escalina, una montagna posta sopra la superficie terrestre.
STUDI DANTESCHI, 2000, N°65, pp. 177-201.
zodiaco
CLAUDIA DI FONZO, Dalla terza redazione inedita dell'"Ottimo commento": il canto della fortuna. Edizione critica e diegesi redazionale
L'articolo presenta e anticipa i risultati relativi alla pubblicazione dell'edizione critica della ultima forma del così detto Ottimo commento alla Commedia criticamente condotta (Longo Editore, 2008).

MEDIOEVO E RINASCIMENTO,1999, N° 13, pp. 173-206.
lupi
CLAUDIA DI FONZO, Della musica e di Dante: paralipomeni lievi.
L'articolo indaga alcuni nodi della teoria musicale medioevale in rapporto all'opera di Dante e sottolinea il rapporto tra  il Paradiso di Dante e l'ars nova. Rilegge la definizione di poesia fornita da Dante nel De vulgari alla luce dell'indagine proposta e individua nella musica l'una componente retorica della poesia (fictio retorica musicaque poita); propone una rilettura del personaggio di Matelda e individua alcuni motivi precorritori in rapporto alla musica nelle visioni  medioevali di Beda.


Scritti offerti a F. Mazzoni dagli allievi fiorentini, Firenze, Pubblicazioni della SDI, 1998, pp. 47-61.
Studi danteschi
CLAUDIA DI FONZO, «La dolce donna dietro a lor mi pinse/ con un sol cenno su per quella scala» (Par. XXII, 100-101). 
L'articolo analizza la struttura dell'aldilà dantesco evidenziando come la commedia sia una scala tra cielo e terra e come l'immagine della scala, pur afferente alla cultura semitica (la scala del sogno di Giacobbe della Genesi), sia da reperire nell'ambito della tradizione mistico-monastica occidentale a partire dalla Regola di Benedetto. In questa prospettiva mistico monastica si colloca e si spiega la qualità del movimento paradisiaco di discesa e di ascesa, e infine recirculante  in interiore homine come anticipo di Paradiso.
STUDI DANTESCHI, 1991 (pubblicato 1997), N° 63, pp. 141-175.
Ancora sul "framework" dantesco,
in «ELECTRONIC BULLETIN OF DANTE'S SOCIETY OF AMERICA» (January 30, 1999)
La “diffrazione per istituto” e la tradizione de l’Ottimo commento; opus practicum del commentatore 
in «ELECTRONIC BULLETIN OF THE DANTE SOCIETY OF AMERICA» (January 19, 2001)
Contributi in volumi collettivi
Università L'Orientale di Napoli CLAUDIA DI FONZOL'edizione dei commenti antichi alla Commedia: redazioni o corpora?

in AA. VV. Lectura Dantis 2002-2009
Omaggio a Vincenzo Placella per i suoi settanta anni, a cura di Anna Cerbo, con la collaborazione di M. Semola, R. Mondola, A. Zabjek e C. Di Fiore,  Il Torcoliere, Introduzione di A. Roselli e Postfazione di A. Cerbo, Officine Grafico-Editoriali d’Ateneo, Università degli Studi di Napoli, L’Orientale, Napoli 2011, 4 tomi.

NAPOLI IL TORCOLIERE, 2011tomo IV, pp. 1301-1320.

Boralevi Indice del volume in PDF
Questo nomade nomade
CLAUDIA DI FONZO, La letteratura di viaggio e il processo canonizzante della tradizione di commento antica alla Commedia nel XV e XVI secolo,

in Q
uesto nomade nomade mondo. La "necessità del viaggio" tra Medioevo e età moderna, a cura di I. Gagliardi,
BOLOGNA, IL MULINO2011, cap. VII.

(Atti del seminario di studi dell'ISU di Firenze, Palazzo Strozzi) 
Sonia Gentili
CLAUDIA DI FONZO, La leggenda del “Purgatorio di S. Patrizio” nella tradizione di commento trecentesca.
Comunicazione tenuta presso il Dipartimento di Italianistica della Sapienza di Roma il 10 giugno 1997 in Dante e il locus inferni. Creazione letteraria e tradizione interpretativa a cura di S. Foà e S. Gentili. 
STUDI (E TESTI) ITALIANI, 1999, N° 4, pp. 53-72.
DiSP Università degli Studi La Sapienza di Roma PDF

CLAUDIA DI FONZO, The Legend of the Purgatory of Saint Patrick: From Ireland to Dante and Beyond, ALLEGORICA: TRADITIONS AND INFLUENCES IN MEDIEVAL AND EARLY MODERN LITERATURE (Saint Louis University), vol. 26 (2009-2010), pp. 44-81.  (english)
PDF table of content
PDF text
Recensioni


Note e discussioni, in RASSEGNA EUROPEA DI LETTERATURA ITALIANA  n. 12 (1999), pp. 89-112.

scala di Giacobbe

Francesco Adorno, Una riflessione sul rapporto anima-corpo-luce-tenebra-luce in Dante pp. 3-9.

Ignazio Baldelli, Dante e Catona, pp. 11-15, cfr. anche Dante e Francesca, Firenze, Olschki, 1999. [Saggi di "Lettere Italiane"; 53].

Zygmunt G. Baranski, "'nfiata labbia and "dolce stil novo". a note on Dante, ethics, and the technical vocabulary of literature, pp. 17-35.

Patrick Boyde, Essay on a line of Dante. "Io ti farò vedere ogne valore", pp. 37-52.

Vittore Branca, Consacrazioni e dissacrazioni dantesche nel "Decameron". Una lettera a Francesco Mazzoni (dopo 53 anni), pp. 53-63.

Giancarlo Breschi, Ancora su "Fiore" CCXI 13, pp. 65-74.

Corrado Calenda, Ancora su Cino, la "Commedia" e lo 'stilnovo' ("Purg." XXIV e XXVI), pp. 75-83.

Arrigo Castellani, Sul codice Laurenziano Martelliano 12, pp. 85-97

Anna M. Chiavacci Leonardi, Parole del "Paradiso", pp. 99-103.

Domenico De Robertis, Sul testo delle canzoni del "Convivio" pp. 104-112.

Guglielmo Gorni, "Vita Nova", libro delle "amistadi" e della "prima etade" di Dante , pp. 113-127

Willi Hirdt, Immagine del mondo e mondo delle immagini. Il "visibile parlare" in Dante, pp. 129-142

Robert Hollander, Dante as Uzzah? ("Purg." X 57, and "Ep." XI 9-12), pp. 143-151.

Amilcare A. Iannucci, Il limbo dei bambini, pp. 153-164.

Lucia Lazzerini, L'"allodetta" e il suo archetipo. La rielaborazione di temi mistici nella lirica trobadorica e nello stil novo, pp. 165-188

Giorgio Luti, Appunti sulla struttura del XXXIII dell'"Inferno", pp. 189-197

Mario Martelli, Alagheriana minima adnotanda, pp. 199-210.

Luciana Mosiici, Nella bottega di Accordo di Segadore, pp. 211-223

Giorgio Padoan, "Purgatorio" VII 102: Arrigo VII o Federico d'Asburgo? 212-252

Lino Pertile, La "Comedia" tra il dire e il fare, pp. 253-247

Michelangelo Picone, "Inferno" II: l' "altro viaggio", pp. 249-260. 

Federico Sanguineti, Prolegomeni all'edizione critica della "Comedia", pp. 261-282

Giancarlo Savino, Dante addentato, pp. 283-298.

John A. Scott, "Veramente li teologi questo senso prendono altrimenti che li poeti" ("Conv." II i 5), pp. 299-310

Giuliano Tanturli, Filologia cavalcantiana fra Antonio Manetti e Raccolta Aragonese , pp. 311-320

Aldo Vallone, Carlo D'Aquino, traduttore di Dante, pp. 321-329

Cesare Vasoli, Noterelle ficiniane su Trifone, pp. 331-344.

Conferenze
Società Dantesca Italiana, Firenze
Lecturae Dantis 2013
27 aprile 2013
Canto XXII del Paradiso
Western Michigan University
48th International Congress on Medieval Studies
9-12 maggio 2012
Cosmological Order and Legal Order in Dante's "Convivio": a moral and theological specularity
Università di Pisa. Ciclo di lezioni del Dottorato
a cura di E. Chersoni e L. Livraghi
4 dicembre 2012
Ordinamento giuridico e ordinamento cosmologico nel "Convivio" di Dante
Universitad Complutense de Madrid
Congreso Internacional
Ortodoxia y heterodoxia en Dante Alighieri: para una valoración histórica de los orígenes ideológicosde la modernidad europea
5-7 noviembre 2012
La poesia come crogiolo della riflessione filosofica. teologica e giuridica
Ecole Normal Superiéure de Lyon 
2 marzo 2012
à l’ENS de Lyon (site Descartes), 15 parvis René Descartes, 69007 Lyon
ENS
Journée d’études : Le poète, le Paradis et la Monarchie. Nouvelles recherches sur Dante

Diego QUAGLIONI (Université de Trente) - Notizie dagli scavi : per la nuova edizione della Monarchia di Dante
Alberto CASADEI (Universite de Pise) - L'incipit del Paradiso : un'esegesi contro l'Epistola a Cangrande
Marco SANTAGATA (Universite de Pise) - Biografia e scrittura. Alcune novita sulla vita di Dante
Claudia DI FONZO (ENS de Lyon /Université de Trente) - Présentation de L'io e il mondo. Un'interpretazione di Dante
Università degli Studi di Trento 2010-11 Convegno del Prin 2007

(atti a cura di L. Campos Boralevi Firenze University Press 2011)
Università degli Studi di Trento 2009
 I due giusti e l'idea di giustizia in Dante, 10 novembre
Università degli Studi Tor Vergata Roma 2011
Dante e la lingua in qua muliercule communicant
The Legend of Mohamed in the Medieval Christian Thought of Dante Alighieri 
(Language: English)
International Medieval Congress (University of Leeds)2008 Come la grazia eccede l'agire etico e realizza la politica della convivenza civile e della comunicazione
(il problema del Limbo)
L’edizione dei commenti antichi alla Comedìa: redazioni o corpora?
claudia di fonzo a NYU
Adjunct Professor of Italian at NYU di NY
(1 dicembre 2008)
Presentazione dell'edizione dell'ultima forma dell'Ottimo commento 
(1 dicembre 2008) presso la 
Casa Zerilli-Marimò, New York  University
(nell'ambito del seminario di John Freccero)
Stony brook
11 settembre 2008  Stony Brook

Il padre della lingua e la lingua della madre

(Stony Brook, nell'ambito del seminario di Bruno Mignone)
AAIS St. John's University New York,  Manhattan, 7-10 maggio 2009
Semiotica della ricezione del testo dantesco
(sessione a cura di Raffaele De Benedictis)
Risorse

L'immagine della scala nella Commedia  PDF

Della musica e di Dante PDF

L'ultima forma dell'Ottimo commento HTLM

Pio Rajna dantista, carte IX C 7 e carteggio inediti

The legend of the Purgatory of Saint Patrick PDF

La leggenda del Purgatorio di S. Patrizio PDF

Vittorini e Dante  PDF (deutsch)

Law and literature

Diego Quaglioni, Un nuovo testimone per l'edizione della "Monarchia"
di Dante: il Ms. Add. 6891 della British Library (Y)

Laboratoire Italien, 11 (2011), pp. 231-279

Diego Quaglioni, "Arte di bene e d'equitade". Ancora sul senso del diritto in Dante
Studi Danteschi, 76 (2011), pp. 27-46

Diego Quaglioni, Machiavelli e la lingua della giurisprudenza, Bologna, Il Mulino, 2011

News

Marco Santagata, L'io e il mondo, Bologna, Il Mulino, 2011 intervista su Rai3
Marco Santagata, Dante. Il romanzo della sua vita, Milano, Mondadori, 2012.

Paola Manni,
La lingua di Dante, Bologna, Il Mulino, 2013.
Alberto Casadei,
Dante oltre la Commedia, Bologna, Il Muliono, 2013.
Diego Quaglioni (a cura di), Alighieri Dante, Monarchia, Milano, Mondadori, 2013.
Links

Online Medieval Sources

La Commedia secondo l'antica vulgata (Petrocchi)

Dartmouth Dante Project

Manoscritti della Commedia

DigitalDante
Danteonline bibliography

Dante Publications on line
EBDSA of Princeton

Tenzone

Laboratoire italien
John Scott list of publication
Paracalypsis

Corpus  Thomisticum

Biblioteca Italiana (La Sapienza): Benvenuto da Imola

Jacopo della Lana

Bibbia

Gallica

EXPOSITIONS Bibliothèque Nationale de France

J-store

BNC Firenze

NC Cambridge

BOBST NYU

UCSC

Digital Scriptorium
Marginalia: digital Dante
Filologia dantesca e filologia digitale, (Lyon, laClé des langues 2012)
Edizioni critiche e tecnologia digitale: i problemi del neòfita (Leipzig, ESU, 2009)
Ancora sul "framework" dantesco, in «ELECTRONIC BULLETIN OF DANTE'S SOCIETY OF AMERICA» (January 30, 1999)
La “diffrazione per istituto” e la tradizione de l’Ottimo commento; opus practicum del commentatore in «ELECTRONIC BULLETIN OF THE DANTE SOCIETY OF AMERICA» (January 19, 2001)

Dante a cinema a teatro e in milonga Performing Dante
DANTEIDE.TV
1MINUTO x DANTE (cortometraggio regia di C. Di Fonzo)

La Milonga di Paolo e Francesca
(sceneggiatura per una milonga a cura di Claudia Di Fonzo)
spettacolo realizzato a Firenze, Biblioteca dell'Oriuolo, il 25 novembre 2010
prossimamente con Laura Francia e Oscar Benavidez


 Dante Alighieri, florentinus natione, non moribus
Commedia français Commedia english  Commedia deutsch Commedia italiano
online dal 2001 a cura di Claudia Di Fonzo